• Librairie: Libreria Antiquaria Perini s.a.s. (Italia)
  • ILAB-LILA Member
  • Année de parution: 1541
  • Éditeur: Ottaviano Scoto, D. Amadei
  • Thèmes: Letteratura latina Letteratura
  • Poids de l'envoi: 1.000 g
  • Lieu d'édition: Venezia

Description

In 4°(mm 305x210); 12 carte n.n., 246 num. Marca editoriale al frontespizio ed al colophon; numerose iniziali finemente incise in legno, alcune parlanti. Antica leg. in pergamena con riutilizzo di foglio di un antifonario ai piatti e dorso in carta posteriore con etichetta. Testo inquadrato dal commento su due colonne. Dopo aver accompagnato nel suo proconsolato in Asia il suo protettore Sesto Pompeo, Valerio Massimo scrisse un manuale di esempi retorico-morali Factorum et dictorum memorabilium libri IX (31). Opera erudita di carattere divulgativo, raccoglieva fatti e aneddoti ripresi da fonti diverse (tra le quali Cicerone, Tito Livio, Varrone e, fra i greci, Erodoto e Senofonte in particolare), suddivisi in 9 libri (un ipotetico decimo libro potrebbe essere andato perduto) e 95 categorie di vizi e virtù, al loro interno suddivisi in romani ed esterni.
Tratti per la maggior parte dalla storia romana e, in misura minore, da quella greca, gli aneddoti hanno un carattere moraleggiante. La modesta finalità dell'autore è infatti quella di portare al lettore exempla (esempi) attraverso i comportamenti virtuosi (oppure tramite quelli più sleali) dei grandi uomini del passato, di modo che i retori, a cui questa opera sembra essere indirizzata, potessero farne uso nei loro discorsi per dare peso alle loro argomentazioni. L'opera di questo autore si propone anche di essere un'edificante e piacevole lettura per il lettore occasionale, non necessariamente colto nell'arte della retorica. Esemplare genuino, in buone condizioni complessivamente ma con qualche piccolo difetto al frontespizio, piccolo tarletto e nota manoscritta a inchiostro bruno, una bruciatura al margine di circa 20 carte, che sfiora il testo generalmente, leggermente rifilato, con qualche carta alla fine leggermente allentata. Legatura piuttosto usurata, ma fascinosa, con difetti e mancanze al dorso.
Non in Adams.
Quarto (mm305x210); 12 unnumbered ll., CCXLVI leaves. Printers' woodcut device on title page and at colophon.
Fine venetian edition by the printers Scoto and Amadei of the early Imperial historian Valerius Maximus, who flourished in the reign of Tiberius (and to whom this book is dedicated the "Prologus"). The work itself is a curiously arranged compilation of historical anecdotes taken from various sources (Roman and Greek) to illustrate a particular theme, mostly moral or philosophical, and its historical value has never been highly regarded. Nonetheless, Valerius's prose has attracted the attention of many, and has been described as embodying a rhetoric in transition from Classical to Silver Latin. According to the 1911 Encyclopedia Britannica: "direct and simple statement is eschewed and novelty pursued at any price. The barrier between the diction of poetry and that of prose is broken down; the uses of words are strained; monstrous metaphors are invented; there are startling contrasts, dark innuendoes and highly coloured epithets; the most unnatural variations are played upon the artificial scale of grammatical and rhetorical figures of speech ... " Valerius' book, nevertheless, was widely used as a schoolbook in the Middle Ages. Numerous incunable editions were printed; the first Aldine edition in 1502. A copy in antique vellum binding with defective spine; boards are covered by a leaf of vellum manuscript, somewhat rubbed, spine is covered by old light blue paper, later label with autor's name in old ink. Not in Adams.

Frais de port

Frais de port pour livraisons en Italia

  • Courrier Crono 4,90
  • Livraison suivie 9,90
  • Si cet article est lourd ou hors format, le libraire vous informera des frais supplémentaires.
    Droits de douane: Si votre commande est contrôlée à la douane, la livraison peut être retardée. Vous dédouanerez votre commande sous réserve du paiement des droits de douane, si nécessaire.