During the summer holidays, answers may be delayed. We apologise for any inconvenience.

Teatro-onore-ducale-collegio-nobili-parma-2fe60c07-f6b3-4733-acdd-2f85d6607816
  • Librairie: Di Mano in Mano (Italia)
  • Année de parution: 1825
  • Éditeur: Tipografia Ducale
  • Pages: 24
  • Thèmes: Teatro d'Onore nel Ducale Collegio de' Nobili di, s.a. Storia Locale
  • Lieu d'édition: Parma
  • État: Legatura cartonata alla rustica editoriale in discrete condizioni: piccolo strappa al margine inferiore del piatto anteriore. Carte ben conservate, con sporadiche fioriture marginali; tracce di sporco al margine esterno di pag.5. Lo spago della legatura ha provocato piccoli strappi in prossimità delle cerniere

Description

Raro programma del “saggio” di fine anno di uno dei più prestigiosi collegi italiani che si svolse alla presenza della Duchessa Maria Luigia. Il Ducale Collegio dei Nobili fu fondato a Parma da Ranuccio I Farnese nel 1601. Affidato alla guida dei Gesuiti, accoglieva i rampolli delle più importanti casate nobili cattoliche italiane ed europee tra i 10 e i 20 anni, arrivando nel XVIII secolo a accogliere fino a 300 allievi. Dopo la chiusura del periodo Napoleonico, Maria Luigia riaprì il Collegio nel 1815 affidandone la gestione ai Benedettini dell'Abbazia di San Giovanni Evangelista. Fin dalla sua fondazione lo scopo del Collegio era di formare dei gentiluomini completi: alle discipline umanistiche e alla formazione religiosa venivano perciò affiancate l'addestramento nelle scienze cavalleresche, la scherma, l'architettura militare, la danza, l'equitazione, il disegno, la calligrafia, oltre al canto, alla musica e allo studio delle lingue straniere. Alla fine dell'anno gli allievi si esibivano nei Teatri d'Onore, sorta di “saggi” che esaltavano l'ideale del gentiluomo colto, raffinato e abile negli esercizi cavallereschi, e ricevevano menzioni per l'impegno e il successo nelle varie discipline. Tutto questo veniva registrato in fascicoli editi dalla Tipografia Ducale, nei nitidi ed eleganti caratteri di tradizione Bodoniana caratteristici di questa stamperia. Questi fascicoli facevano parte della politica di visibilità e di interazione con il mondo nobiliare italiano ed europeo dell'istituzione parmense: nelle relazioni sul saggio annuale e nella nomenclatura delle Accademie e dei premiati, stampate e destinate anche ad angoli lontani dell'Europa, le famiglie nobili introducevano i loro giovani nel mondo dell'aristocrazia. Il fascicolo si apre con l'albo dell'Accademia degli Scelti, istituita all'interno del collegio nel 1672, per volere del duca Ranuccio II Farnese. L'istituzione, inizialmente riservata soltanto alle discipline letterarie ma successivamente estesa anche alla filosofia e alle armi,riuniva i convittori che per meriti si distinguevano in quelle materie. A capo dell'accademia veniva ogni anno eletto un principe, con il diritto a essere immortalato in un ritratto esposto nel collegio, alcuni assessori e un segretario. Nel 1822 viene fondata Accademia degli Ascendenti, riservata agli allievi più giovani, sorta di anticamera all'ammissione all'Accademia degli Scelti. Agli elenchi dei membri delle due Accademie segue il programma degli Esercizi Cavallereschi: esecuzioni musicali, danze e combattimenti di scherma con i nomi degli esecutori. Viene poi l'elenco dei convittori che si erano distinti nelle varie discipline e l'elenco degli insegnanti. In ottavo

Frais de port

Frais de port pour livraisons en Italia

  • Courrier 4,90
  • Courrier Contre Remboursement 9,40
  • Si cet article est lourd ou hors format, le libraire vous informera des frais supplémentaires.
    Droits de douane: Si votre commande est contrôlée à la douane, la livraison peut être retardée. Vous dédouanerez votre commande sous réserve du paiement des droits de douane, si nécessaire.