Martirio-santi-padri-monte-sinai-dell-eremo-8bd3da1f-9c59-4d95-8ff5-4f7ce52bb86e
  • Librairie: Libreria Pontremoli (Italia)
  • ILAB-LILA Member
  • Année de parution: 1826
  • Éditeur: Ant. Fort. Stella e Figli (verso del frontespizio: Coi tipi di Giovanni Pirotta)
  • Pages: pp. 55 [1] bianca.
  • Thèmes: LIBRO Narrativa Italiana dell' 800 Poesia Italiana dell' 800
  • Format: in 8°
  • Poids de l'envoi: 1.000 g
  • Reliure: brossura originale a stampa, titoli al dorso, ai piatti una doppia cornice tipografica racchiude il titolo (piatto superiore) e un fiore (piatto inferiore)
  • Édition: Rara edizione originale.
  • Lieu d'édition: Milano
  • État: Minime mancanze aldorso, in particolare in testa e al piede, ma brossura ben conservata; lievi e sporadiche fioriture interne, ma ottimo esemplare in barbe; raro a trovarsi in queste condizioni.

Description

Rara edizione originale. Minime mancanze aldorso, in particolare in testa e al piede, ma brossura ben conservata; lievi e sporadiche fioriture interne, ma ottimo esemplare in barbe; raro a trovarsi in queste condizioni. Il presunto volgarizzamento «Martirio de’ Santi Padri» fu composto da Leopardi tra il 29 ottobre e l’1 dicembre del 1822, ma vide la pubblicazione solo quattro anni più tardi, nel 1826, presso l’editore milanese Stella. Come noto, si tratta di uno scherzo: falso è il nome dell’autore, falsa la definizione di “volgarizzamento”, non esistendo affatto il testo di partenza. Leopardi, insomma, si inventò tutto, e produsse una raffinatissima falsificazione non solo dell’opera, ma anche e soprattutto della lingua trecentesca: il manoscritto del «Martirio», ricco di correzioni, interventi e ripensamenti successivi, testimonia «un lavoro di lima e di affinamento straordinario, con particolare attenzione e rigore alla forma linguistica, al periodare, alla scelta delle forme verbali, alla punteggiatura» (E. Benucci, «Giacomo Leopardi, Il Martirio de’ Santi Padri»). Vale la pena segnalare, la vicenda è poco nota e illumina di luce più tenue l’aspro rapporto tra il poeta e il padre, che la composizione del «Martirio» innescò una giocosa tenzone con Monaldo, il quale a sua volta compose un falso medievale, il «Memoriale di frate Giovanni da Camerino», in finto marchigiano trecentesco. Ma l’importanza del «Martirio» travalica gli aspetti linguistici e biografici, inserendosi nelle vicende culturali e politiche del tempo: «in Italia, in particolare, la produzione di falsi letterari fu stimolata dall’acceso dibattito sulla questione della lingua e dal contrasto tra l’attaccamento alle tradizioni locali e la tensione risorgimentale verso un’identità comune» (S. Covino, «Giacomo e Monaldo Leopardi falsari trecenteschi»). Mazzatinti e Menghini, Bibliografia leopardia, n. 662 ; Catalogo del fondo leopardiano, n. 81 ; Benucci, Martirio ed. critica (2006) ; Covino, Giacomo e Monaldo Leopardi falsari trecenteschi (2009)

Frais de port OFFERTS pour toute commande supérieure à 100 €. (à l'intérieur des frontières nationales)

Frais de port

Frais de port pour livraisons en Italia

  • Courrier Crono 4,90
  • Livraison suivie 5
  • Si cet article est lourd ou hors format, le libraire vous informera des frais supplémentaires.
    Droits de douane: Si votre commande est contrôlée à la douane, la livraison peut être retardée. Vous dédouanerez votre commande sous réserve du paiement des droits de douane, si nécessaire.