Crestomazia-italiana-poetica-cioe-scelta-luoghi-verso-1c372516-7072-4d8d-a388-47c9c2eda5d3
Thumb_crestomazia-italiana-poetica-cioe-scelta-luoghi-verso-443b8f7a-76fe-4cd3-b7cb-5339b5e7afb6
  • Librairie: Libreria Pontremoli (Italia)
  • ILAB-LILA Member
  • Année de parution: 1828
  • Éditeur: presso Ant. Fort. Stella e Figli (verso del frontespizio: Tip. de’ Classici italiani)
  • Pages: pp. [6] 638 (numerazione continua, inizio seconda parte con proprio occhietto a p. [239]).
  • Thèmes: LIBRO Poesia Italiana dell' 800 Narrativa Italiana dell' 800
  • Format: in 8°
  • Poids de l'envoi: 1.000 g
  • Reliure: legatura coeva in mezza pelle, fregi oro al dorso, doppio tassello verde e avana con titoli oro, piatti marmorizzati
  • Édition: Prima edizione.
  • Lieu d'édition: Milano
  • État: Restauri conservativi al dorso, etichetta di libreria alla prima sguardia, leggere fioriture su alcune carte, nel complesso un ottimo esemplare, solo minimamente rifilato (175 x 105 mm).

Description

Prima edizione. Restauri conservativi al dorso, etichetta di libreria alla prima sguardia, leggere fioriture su alcune carte, nel complesso un ottimo esemplare, solo minimamente rifilato (175 x 105 mm). I lavori per la composizione della «Crestomazia poetica» iniziarono a pochi mesi di distanza dalla pubblicazione della «Crestomazia della prosa», in particolare nel dicembre del 1827, come attesta una lettera all’editore datata 21 dicembre dello stesso anno: «Io sto interamente occupato nella Crestomazia poetica, e con grande speranza che anche questa riesca di sua soddisfazione». Il lavoro si concluse alla fine di giugno, e il 1° luglio il poeta annunciava di aver spedito finalmente il manoscritto. La raccolta fece molto discutere per alcune scelte che parvero azzardate ai contemporanei; su tutte, apparve inconcepibile l’esclusione in blocco del Trecento e dei maggiori poemi rinascimentali, nonostante le ragioni che portarono alla scelta siano ben motivate nella nota d’apertura “Ai lettori”: «Di Dante e del Petrarca, del Furioso e delle Satire di Ariosto, della Gerusalemme e dell’Aminta del Tasso, del Pastor Fido, del Giorno del Parini non ha tolto cosa alcuna e ha creduto, prima, che a voler conoscere la poesia nostra, sia necessario che quelle opere si leggano tutte intiere; poi, che il farle in pezzi, o il dire ‘questo è il meglio che hanno fatto’, sia un profanarle». Nonostante l’impegno profuso, e nonostante la motivazione nelle scelte più ardue, fu lo stesso Leopardi, a stretto giro, a tornare sul suo lavoro e a esprimere un giudizio decisamente negativo sull’antologia: «Della crestomazia poetica, io feci tutto quel che potei; ma, o fosse l’incapacità mia, o la qualità de’ materiali, il lavoro venne malissimo, ed io ne sono pessimamente soddisfatto» (12 aprile 1829). L’“auto-stroncatura” ha pesato sulla critica, anche la più recente, che non ha prodotto un numero di contributi equiparabile alle altre composizioni leopardiane. E tuttavia, l’interesse per le due Crestomazie si sta riaccendendo, e negli ultimi anni vanno fiorendo nuovi contributi dedicati alla figura di Leopardi antologista, ancora in parte da scoprire. Mazzatinti e Menghini, Bibliografia leopardia, n. 668 ; Catalogo del fondo leopardiano, n. 95; Muñiz Muñiz, Le ‘Crestomazie’ di Giacomo Leopardi (in Antologie d’autore, 2016)

Frais de port OFFERTS pour toute commande supérieure à 100 €. (à l'intérieur des frontières nationales)

Frais de port

Frais de port pour livraisons en Italia

  • Courrier Crono 4,90
  • Livraison suivie 5
  • Si cet article est lourd ou hors format, le libraire vous informera des frais supplémentaires.
    Droits de douane: Si votre commande est contrôlée à la douane, la livraison peut être retardée. Vous dédouanerez votre commande sous réserve du paiement des droits de douane, si nécessaire.