Essais-vers-prose-3a2b4cd7-4d6d-492a-9b14-46003347bca2
  • Librairie: Librairie Feu Follet (Francia)
  • ILAB-LILA Member
  • Année de parution: 1796
  • Thèmes:
  • Format: 11x18,5cm
  • Reliure: relié

Description

De l'Imprimerie de P. Didot l'Aîné, Paris An V de la République, 1796, 11x18,5cm, broché. - De l'Imprimerie de P. Didot l'Aîné, Paris An V de la République, 1796, 11x18,5cm, broché. - Una delle rarissime copie arricchita con un autografo - ce ne sono meno di una dozzina - di questa edizione originale, con la Marsigliese. Prima edizione illustrata con un incisione incisa da Charles-Etienne Gaucher secondo Jean-Jacques Le Barbier e 4 pagine di incisione alla fine del volume. La Marsigliese appare nella sua vera edizione originale, essendo stata oggetto di una pre-pubblicazione nell'Almanacco delle Muse nel 1793 e sotto forma di volantini sfusi. Legatura semi-montone, schiena liscia ornata di scatole, gioielli e pizzi dorati, marocchino rosso del titolo, piatti in cartone nero. Diversi ex libris scritti a mano o incollati sul contreplat e le guardie. Indietro restaurato, alcuni arrossamenti. Le ultime due lettere del nome del dedicatario sono state tagliate a rilegatura. Il libro è arricchito dalla falsa pagina di un eccezionale autografo di Rouget de L'Isle ad un altro artista della Rivoluzione: "M de La Chabeaussie [re] / dell'autore". Rouget de Lisle e Poisson de la Chabeaussière, il destinatario della spedizione, entrambi hanno incarnato il fervore rivoluzionario e segnato la storia repubblicana con la loro penna. La Marsigliese appare nel libro a pagina [PAGE?] Tra le altre poesie e canzoni. Questa prima edizione consegna la famosa canzone nel suo stato originale. Comprende sei quartine, come scritto dal Capitano Rouget de l'Isle per l'Esercito del Reno nell'aprile del 1792, poi ha istituito l'inno nazionale nel 1795 con il decreto del 26 Messidoro III. Paroliers e letterati, Rouget de l'Isle e Chabeaussière erano gli zelanti servitori della Rivoluzione ma anche le vittime dei suoi eccessi. Alla scrittura di questa dedica, nell'anno V della Repubblica, i due uomini sono al culmine della loro gloria. Uno è l'autore dell'inno nazionale che emoziona la Francia rivoluzionaria e l'altro il più popolare catechismo repubblicano durante la Rivoluzione. In effetti, lo Chabeaussière compone anche un importante lavoro dell'eredità rivoluzionaria: un catechismo repubblicano, filosofico e morale , ristampato 82 volte fino alla Terza Repubblica, e che lo ha promosso alla Commissione esecutiva dell'istruzione pubblica . Come Rouget de L'Isle, ha avuto successo come paroliere e librettista, in particolare per le opere comiche di Nicolas Delayrac. La storia di La Marseillaise incontra dalla sua creazione quella di La Chabeaussière e del compositore Delayrac, la cui aria offre una certa somiglianza con l'eroico dramma di Delayrac intitolato Sargines o lo studente dell'amore . Né La Chabeaussière né Rouget de l'Isle, nonostante la celebrità della sua marsigliese, sfuggirono agli spasimi del terrore. Dichiarati "sospetti", furono incarcerati rispettivamente nel 1793 nel carcere di Madelonettes e di Saint-Germain-en-Laye. Alla fine di queste ore oscure, i due uomini conducono un'esistenza pacifica e continuano a collaborare attivamente all'Almanacco dei Muschi , che ha pubblicato La Marsigliese per la prima volta in volume. Alla morte della Chabeaussière nel 1820, la copia conosce una storia tra le più romantiche. Porta sempre [O?] L'iscrizione del suo secondo proprietario, Edouard Gendron: "Questo libro è stato acquistato nel 1821 - ad un bivio vicino alla piazza della scuola di medicina, tra una catasta di rottami metallici". Prima pubblicazione del suo compositore del simbolo più famoso della Repubblica francese: La Marseillaise . La sua preziosa dedizione riunisce poeti rivoluzionari con destini incrociati, i cui scritti hanno lasciato il loro immortale preso in prestito nella storia della Francia. [FRENCH VERSION FOLLOWS] Edition originale de ce recueil. On a inséré à la p. 56 deux feuillets gravés contenant la Chanson des Marseillois, chantée sur l'emplacement de la Bastille à l'adresse de Frere passage du saumon (s.d. mais avant octobre 1792). Ces feuillets remplacent les feuillets originaux qui contenaient Le Chant des Combats, vulgairement l'Hymne des Marseillais. Notre exemplaire est en outre truffé, monté sur un feuillet blanc et en regard de la page de titre, d'un portrait original dessinécau crayon de l'auteur de profil et, en fin de volume, du Chant des industriels (1821). Une figure avant la lettre et 5 pages de musique gravée. Précieux envoi autographe signé de Rouget de l'Isle à Madame de Gordon en tête de la page de titre. Reliure postérieure en plein veau Lavallière, dos à cinq nerfs orné, date dorée en queue, triple filet doré en encadrement des plats, gardes et contreplats de papier peigné, dentelle dorée en encadrement des contreplats. Reliure signée Koehler en pied du dos. Exemplaire non rogné. Le chant apparaît dans l'ouvrage aux pages 57-59 parmi des poèmes et ballades galantes sous le titre  Le Chant des Combats, vulgairement L'Hyme des Marseillois. Aux Mânes de Sylvain Bailly. Premier Maire de Paris. On trouve les six quatrains tels qu'ils furent écrits le capitaine Rouget de l'Isle pour l'armée du Rhin en avril 1792, à la suite de la déclaration de guerre contre l'empire d'Autriche. Un an avant cette première publication en volume, le régime de la Convention l'adopta comme hymne national de la République française et en fit l'emblème de la résistance révolutionnaire. Officiellement réinstaurée sous la IIIe République, elle figure aujourd'hui dans la Constitution française au même titre que le drapeau tricolore.  Les Etats-Unis d'Amérique connurent presque instantanément  La Marseillaise grâce à "The American Daily Advertiser" qui la publia en 1794. Particulièrement populaire à Philadelphie, elle fut chantée par les foules et dans les théâtres durant les années 1790 - "french tunes have for a long time usurped an uncontrould sway" (les mélodies françaises exercent une domination incontrôlée et usurpée") commenta Abigail Adams, femme du second président des Etats-Unis John Adams.   

Frais de port

Frais de port pour livraisons en Italia

  • Poste 16
  • Courrier 25
  • Si cet article est lourd ou hors format, le libraire vous informera des frais supplémentaires.
    Droits de douane: Si votre commande est contrôlée à la douane, la livraison peut être retardée. Vous dédouanerez votre commande sous réserve du paiement des droits de douane, si nécessaire.